Nuova Scicli

    Webmaster e designer di Biancavela, Scicli Net - Scicli on the Web, Ondaiblea (Nuova Scicli) e altri siti...



Salvo Micciché Salvo Micciché, consulente informatico e fotoreporter, è correttore di bozze per alcuni editori, scrive di filosofia, logica, matematica, informatica e tecnologia per riviste di settore, di sicilianità su Il Giornale di Scicli e il quotidiano on line Ondaiblea di cui è direttore editoriale.
Parla inglese, francese, spagnolo, tradure russo, arabo, malti (maltese) ed ebraico (oltre a greco e latino), ma preferisce scrivere di poesia in lingua siciliana.
Dagli anni ’90 (con l’associazione Cenobio dell’Arte) ha organizzato 10 edizioni del premio di poesia DiversiVersi, con il patrocinio della Provincia Regionale di Ragusa e del Comune di Scicli.
Nato a Scicli nel 1964, vive a Ragusa con la moglie Concetta Liliana.

Ha lavorato soprattutto a Ragusa, Catania, Milano e Scicli, dov'è nato nel maggio del 1964, ed abita a Ragusa, città di adozione. Ha studiato e vissuto anche a Malta (Sliema)
Si è occupato di informazione, informatica, fotografia, editoria, grafica e DTP, programmazione per sistemi Apple (in C, C++ e in special modo Objective-C per Mac OS X, l'evoluzione del mitico NeXTStep, e iPhone - iPad), Unix (FreeBSD, Linux, Solaris e *nix vari), Windows e amministrazione e mantutenzione di server web (in particolare, programmazione in Perl e CGI, PHP, Python, Ruby (e Ruby on Rails), HTML XHTML e CSS, XML, Javascript e Ajax...) e gestione database e DBMS: MySQL e altro.
Ha partecipato a vari progetti e mailing list "storiche" (come Psion Fans Italia, che ha fondato), che si occupano di Computer Palmari (Symbian OS, Psion Epoc 32, Palm OS, Pocket PC e Win CE, iPhone), wireless (wi-fi) e sistemi di navigazione satellitare (GPS).
La sua attività di consulenza, con Edizioni Biancavela (già Gamma Informatica e Studio Gamma), da lui fondata, è dedicata particolarmente alla formazione informatica, alle reti telematiche e al wireless, al desktop publishing e alla prestampa, al web design, all'authoring, alla creazione di eBooks ed opere multimediali ed alla computer art.
Si occupa per vari editori e giornali di recensioni, correzione di bozze, impaginazione e lavori editoriali, anche con l'uso di LaTeX, sia per testi in italiano, sia per testi in inglese, di vari argomenti (scientifici e letterari).

Editore, giornalista freelance e divulgatore informatico, ha collaborato con riviste e quotidiani come Interpuntonet (System) e La Sicilia, Radio e Televisioni, come RVS (Radio Video Scicli), TMC, La Città (Ragusa) e attualmente scrive (e fotografa) per Ondaiblea (Biancavela Press), Applicando (Il Sole 24 Ore Editore), MonitoR (Media Age), Radio Rivista (ARI), Radiorama (AIR - ARI), Il Giornale di Scicli e vari siti web, tra cui Radioascolto.org, Sit5, Operaincerta. È direttore editoriale di (Nuova Scicli) Ondaiblea e dell'agenzia fotogiornalistica on line Biancavela Press

Alcune sue fotografie (réportages e macrofotografia): Portfolio Foto, e Gallerie: Nikon 1 e Nikon 2 offerte da Nital (Nikon Italia).

I suoi interessi spaziano in vari settori dello scibile, dalla matematica alla poesia, alla musica (classica, jazz, leggera e lirica), spettacolo e letteratura, alla filosofia medioevale, alla semiotica e alla logica, al gioco degli scacchi, alla fotografia, alle radiocomunicazioni.
È stato per anni presidente dell'Associazione Cenobio dell'Arte, affiliata alla FITP (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), che organizzava, in collaborazione con Comune di Scicli e Provincia Regionale di Ragusa, la Rassegna di Poesia inedita DiversiVersi.
È presidente dell'Associazione Culturale "Nuova Scicli", che, tra l'altro, promuove la cultura, l'informazione (anche online) e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale di Scicli e di ARI Ragusa, associazione radioamatori italiani.

Tra gli altri, il suo hobby preferito (quasi una "seconda professione") è la radio, soprattutto il radioascolto di emittenti internazionali e DX in onde corte, lunghe e medie, in particolare il DX (ascolto di emittenti di piccola potenza a grande distanza). È radioamatore attivo come OM (IT9CLU "charlie lima uniform"), BCL e SWL (IT9-4639/RG) (iniziò molti anni fa come "CB", Coyote), si occupa soprattutto di informazione e divulgazione di tematiche attinenti le radiotrasmissioni in onde medie, corte e lunghe, telegrafia, sistemi di trasmissione digitale e integrazione tra radiotecnica e informatica.
Alcuni anni fa ha fondato il club Mondo~Radio DX Club.
Redige e distribuisce (ebook in pdf) DX Handbook, un manuale per gli appassionati di dx e radioascolto.

Nel 1991 ha scritto Onomastica di Scicli, Edizioni Il Giornale di Scicli, uno studio sulla semantica dei cognomi tipici di Scicli e del territorio ibleo, con appendice araldica (e riproduzione di alcuni stemmi nobiliari), introduzione di Franco Causarano, nota bibliografica di Giuseppe Pitrolo.

Nel 1997 ha curato l'edizione di AA.VV, Albo d'Oro di DiversiVersi (Associazione Cenobio dell'Arte), ora esaurito.

Nel 2016 ha scritto Argu lu cani, Cunti, stori e puisia in lingua siciliana, con la prefazione di Giuseppe Nativo e l'introduzione di Pippo Di Noto. Sinossi: «Argu lu cani, come il cane di Ulisse, visse vent'anni. A lui (e al "Liggituri") il poeta, il Pensatore, narra le sue storie, i suoi "cunti", i suoi versi, e il cane lo ispira a tirarli fuori dalla memoria, ricordandogli l'Iliade e l'Odissea, la Bibbia, l'Apocalisse e tutti i libri letti. Ne nascono nenie, filastrocche e litanie, "limate" dal poeta in rime siciliane, con una particolare attenzione al "paleologismo", ad arcaismi tipici che si prestano a giochi linguistici che possono (e debbono) far pensare il Lettore... La traduzione in italiano e un glossario dei termini siciliani arricchiscono il racconto per chi vuole approfondire.»

Nel 2016 ha scritto Zàghiri e Parmi, Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario, con la prefazione di Giuseppe Nativo e l'introduzione di Giuseppe Pitrolo. Sinossi: «L’Autore dedica “ai Siciliani onesti” un «Omaggio al Siciliano» che origina dalla silloge poetica Argu lu cani, con l’aggiunta di altre poesie, alcune pagine su “Detti siciliani”, un compendio di grammatica siciliana, un glossario ampliato, una bibliografia e un apparato di note per chi vuole approfondirne lo studio. Nella “Pitrudda ccu tri punti” (la Sicilia) Dio pone, come l’Eden, un giardino di “Zàghiri e parmi” in cui nasce la Puisia e il poeta –che raccontava ad Argu cunti e stori– ora prosegue raccontando in versi i profumi e le sensazioni dell’Isola e insegnando i fondamenti di una lingua divina, poetica, magica, pluriforme: il Siciliano.»

Nel 2017 ha pubblicato Scicli: onomastica e toponomastica (Biancavela - Il Giornale di Scicli - Streetlib), l’evoluzione di Onomastica di Scicli, che comprende ora 1100 cognomi e oltre 200 toponimi, oltre a note di storia e archeologia di Scicli. Prefazione di Giuseppe Pitrolo, postfazione di Giuseppe Nativo. Alla grafica dell’Appendice araldica hanno collaborato gli alunni dell’Istituto Dantoni di Scicli, coordinati dal prof. Carmelo Errera. Nel libro sono contributi di Pietro Militello, Paolo Militello, Paolo Nifosì, Ignazio La China, Stefania Fornaro.